index

GLI ISTITUTI SCOLASTICI FANNO DA “TOUR OPERATOR” PER VIAGGI D’ISTRUZIONE E STAGE LINGUISTICI SENZA GARANZIE. E IL FENOMENO DILAGA IN TUTTA LA PENISOLA”.

Brescia ha già provveduto a sollecitare l’Ufficio Scolastico Territoriale competente

Sta dilagando il fenomeno dei viaggi e degli scambi d’istruzione, dove a fare da “tour operator” sono gli stessi istituti scolastici, ma senza alcuna garanzia. A lanciare nuovamente l’allarme è Gianni Rebecchi, presidente di Assoviaggi-Confesercenti, che mette in luce alcuni punti focali della questione. “Oggi – rileva Rebecchi – la maggior parte degli istituti scolastici che propongono stage linguistici all’estero durante l’anno scolastico, comprano i servizi in modo separato: acquistano il corso di lingua ed il soggiorno dalle scuole straniere ed il trasporto separatamente, lasciando questi viaggi organizzati ed i loro fruitori (studenti e famiglie paganti) scoperti dalla responsabilità di garanzia dei pacchetti turistici. Bikinis Calvin Klein Baratos Di fatto, non si rivolgono al turismo organizzato come previsto dalle leggi, bypassando così adv e tour operator, che invece dovrebbero gestire questa tipologia di pacchetti”. La responsabilità dell’organizzazione – compresi l’utilizzo di pullman e voli aerei per stage linguistici – ricade quindi sulle scuole. Slip Calvin Klein Outlet “I presidi non si rendono conto delle responsabilità che si assumono – sottolinea il presidente di Assoviaggi -. Non essendo professionisti del settore, chi darà le garanzie e gli obblighi previsti dal Codice del Turismo? E se succede qualche cosa? Adv e t.o. Bragas Calvin Klein Baratas sono dotati della Rc, la polizza di responsabilità civile, per mantenere indenni i clienti da eventuali danni a seguito di un servizio acquistato presso di loro; inoltre della garanzia contro il fallimento e/o insolvenza, dell’assistenza sanitaria e spese mediche previste. Boxer Calvin Klein Baratos Ma le scuole e gli istituti scolastici? Non operano in modo corretto e si introducono in un regime di responsabilità verso i consumatori che non possono assolvere”. “Assoviaggi si sta attivando presso i territori che segnalano questo problema, ma al contempo sta valutando un esposto al Ministero – comunica Rebecchivisto che la procedura di organizzazione degli stage linguistici direttamente dagli istituti scolastici con acquisto di servizi separati (benché siano pacchetti a tutti gli effetti, come previsto dall’art 34 del Codice del Turismo) si sta diffondendo ormai in tutta la penisola”. Anche a Brescia, recentemente, l’Associazione Abivt, aderente ad Assoviaggi Confesercenti, per mezzo del proprio presidente Marco Copeta, ha inviato all’Ufficio Territoriale Scolastico una circostanziata comunicazione finalizzata a scongiurare violazioni che potrebbero verificarsi anche sulla nostra provincia. Giova ricordare che il dirigente dell’UST, ha recentemente inviato una circolare a tutti gli istituti scolastici, sia pubblici che privati, per ribadire la necessità di appoggiarsi a figure professionali autorizzate, quali le agenzie di viaggio, per l’organizzazione tecnica dei pacchetti turistici come previsto dalla normativa regionale vigente. CONFESERCENTI DELLA LOMBARDIA ORIENTALE Via Salgari 2/6 Brescia tel.

Share


Commenti chiusi.


0