Immagine1Il progetto è stato concepito per accompagnare con sicurezza chi vuole aprire una nuova attività imprenditoriale

La percentuale di imprese del commercio che è cessata entro i primi tre anni di vita è stata nel 2014 del 48,4%: nel 2004 era del 27,7%, quasi la metà.

Nonostante questo risultato tutt’altro che positivo, registriamo ancora numeri importanti nei settori del commercio e del turismo per quanto riguarda l’avvio di nuove attività. 

“Alla luce di questi dati – afferma Alessio Merigo, direttore Generale Confesercenti delle Lombardia Orientale –  abbiamo deciso di avviare un nuovo progetto denominato “IO APRO”, con un obiettivo ben preciso: aiutare e sostenere le nuove imprese perché possano affrontare le sfide di un mercato sempre più competitivo e selettivo”. Abbiamo deciso di mettere a sistema la grande dotazione di informazioni, guide e dati statistici di cui disponiamo che possono aiutare il futuro imprenditore a ponderare adeguatamente le scelte da compiere – dove aprire, in quale settore, con quali caratteristiche, ecc. –; organizziamo moduli formativi che possano introdurre i nuovi imprenditori nei settori di loro interesse, per arrivare poi a corsi di alto profilo e specializzazione; alziamo il profilo della nostra consulenza per accompagnare e sostenere a 360 gradi giovani e meno giovani che voglio diventare imprenditori”.

C’è anche di più: bandi, finanza agevolata, convenzioni, forniture etc.

Per poter realizzare questo progetto, Confesercenti ha individuato alcuni partner autorevoli e competenti, accomunati dal medesimo obiettivo di contribuire al rilancio dei nostri settori, con i quali abbiamo completato le aree di intervento di Confesercenti.

Grazie a “IO APRO” e alla rete di partnership, siamo in grado di orientare il processo di start up di impresa nel modo più efficace possibile, evitando sprechi, ottimizzando gli investimenti e le risorse disponibili.

Un progetto – conclude il Presidente di Confesercenti della Lombardia Orientale, Pier Giorgio Piccioliche si estende sulle tre province di operatività della nostra Associazione, Brescia, Cremona e Mantova, che utilizza il web www.ioapro.it e i social network come principali strumenti di contatto e informazione, ma che fa del rapporto diretto, della consulenza e dei momenti formativi gli elementi più qualificanti dell’iniziativa”.

 

Share


Commenti chiusi.


0