alimentaristi

Le nuove norme scattano dal 1 gennaio 2013;
escluse procedure concorsuali e risarcimento danno

Dal 1 gennaio 2013, si applicano le nuove disposizioni sui ritardi di pagamento nelle transazioni commerciali, con le uniche  eccezione dei:

  • Debiti oggetto di procedure concorsuali;
  • Pagamenti effettuati a titolo di risarcimento del danno.

I termini di pagamento sulle vendita di merci e sulle prestazioni di servizi tra imprese e tra imprese e pubblica amministrazione, sono così regolamentati:

a)   30 giorni dalla data di ricevimento, da parte del debitore, della fattura;

b)   Quando la data di ricevimento della fattura non è certa, 30 giorni dalla data di ricevimento delle merci o dalla data di prestazione dei servizi;

c)   30 giorni dalla data di ricevimento delle merci o dalla data di prestazione dei servizi, al ricevimento della fattura con data anteriore a tali operazioni.

È possibile pattuire un termine di pagamento fino a 60 giorni, ma termini superiori ai 60 giorni, purché non iniqui per il creditore, devono essere espressamente pattuiti per iscritto.

Nel caso in cui il debitore sia la pubblica amministrazione, le parti possono pattuire, sempre per iscritto, un termine di pagamento superiore ai 30 giorni,  che comunque non può andare oltre i 60 giorni.

Attenzione: il superamento dei termini di pagamento comporta l’applicazione degli interessi moratori.


RICORDIAMO CHE SUI PAGAMENTI TRA IMPRESE RELATIVI ALLA VENDITA DI PRODOTTI AGRICOLI ED ALIMENTARI, SI APPLICANO LE NORME SPECIFICHE GIA’ PRECEDENTEMENTE ILLUSTRATE.

Per ulteriori informazioni

Confesercenti Provinciale di Brescia
Via Salgari 2/6
Tel.: 030 2421697
e-mail: info@comservizi.it

Share


  1. .

    good info….

  2. .

    good….

  3. .

    ñïñ!…

  4. .

    ñïàñèáî çà èíôó!…

  5. .

    thanks!…

  6. .

    thank you!!…

  7. .

    ñïñ çà èíôó….

  8. .

    hello….


0