manifesto_libera_la_domenica

AL VIA LA CAMPAGNA “LIBERA LA DOMENICA”
Promossa da Confesercenti con Federstrade ed il sostegno della CEI-Conferenza Episcopale Italiana

CONFESERCENTI con FEDERSTRADE ed il sostegno della CEI-Conferenza Episcopale Italiana, ha lanciato la campagna nazionale “LIBERA LA DOMENICA” per la raccolta delle firme necessarie ad una Legge di iniziativa popolare che riconduca alla Regioni la potestà di disciplinare le aperture domenicali, limitando gli eccessi introdotti dalla liberalizzazione e garantendo la giusta concorrenza.

In nessun Paese d’Europa ci sono orari liberalizzati come quelli attualmente vigenti in Italia. SENZA UNA NUOVA LEGGE NEI PROSSIMI 5 ANNI: altri 80.000 negozi chiuderanno e le nostre Città saranno sempre più vuote e meno sicure.

Gli eccessi di liberalizzazioni penalizzano i piccoli negozi, costringendo imprenditori e lavoratori a sacrificare valori importanti come la famiglia. Con il “sempre aperto” non sono aumentati i consumi; non è aumentato il Pil; non è aumentata l’occupazione. Solo la Grande distribuzione ne ha tratto un enorme vantaggio, il che vuol dire che senza regole la libertà di concorrenza non è in grado di tutelare la concorrenza stessa.

Il Comitato promotore della campagna “Libera la Domenica” ha presentato e depositato presso la Corte di Cassazione la proposta di Legge di iniziativa popolare per far tornare nell’ambito regionale i poteri di decisione sulle aperture domenicali degli esercizi commerciali e cambiare una normativa che penalizza le piccole e medie imprese. Tra i firmatari, il presidente nazionale di Confesercenti Marco Venturi, il vicepresidente vicario Massimo Vivoli e il vicepresidente Pier Giorgio Piccioli, nonchè il direttore Giuseppe Capanna e il vicedirettore Mauro Bussoni.

L’iniziativa di legge popolare NON ha l’obiettivo di vietare aperture festive e domenicali, ma di renderle compatibili con le effettive esigenze di imprenditori e consumatori, ripristinando competenze e materia di orari, alle Regioni. Si propone di limitare gli eccessi di liberalizzazioni e tutelare il diritto di un giorno per il riposo e per la famiglia di lavoratori e imprenditori. La proposta ha già avuto il sostegno della Conferenza Episcopale Italiana, dei presidenti di alcune Regioni e di una parte del mondo dell’associazionismo.

Per raggiungere l’obiettivo, sarà necessario raccogliere 50.000 firme entro sei mesi, regolarmente certificate da pubblico ufficiale.

Si può dare la propria adesione a partire dal 25 novembre firmando presso le apposite strutture che verranno attivate da Confesercenti sul territorio nazionale e presso i sagrati di moltissime Chiese italiane.

Sul sito ufficiale della Campagna (www.liberaladomenica.it) è disponibile la lista completa delle strutture dove si potrà firmare ed è scaricabile il modulo di raccolta firme con le relative istruzioni.

IMPATTO DELLE APERTURE SULLE PMI COMMERCIO

ESTRATTO GAZZETTA UFFICIALE

DOVE E QUANDO SI FIRMA

Per informazioni

Confesercenti Provinciale Brescia
Via Salgari 2/6
Tel.: 030 2421697
e-mail: info@comservizi.it

Share


  1. Plati on sabato 24, 2012

    buon giorno.
    A Brescia i punti di raccolta firme sono i seguenti:

    Sabato 15 Corso Mameli vicinanze Torre della Pallata
    ore 15.00 – 19.00
    Domenica 16 Sagrato del Duomo
    ore 9.00 – 12.30
    Piazza Loggia – Piazzetta Bella Italia
    ore 15.00 – 19.00
    Sabato 22 Corso Zanardelli
    ore 15.00 – 19.00

    L’articolo di riferimento è stato aggiornato con l’elenco completo dei punti di raccolta firme previsti per dicembre

  2. .

    ñïàñèáî çà èíôó!!…

  3. .

    tnx for info!!…

  4. .

    hello….

  5. .

    ñïñ!…

  6. .

    ñýíêñ çà èíôó!…

  7. .

    ñïàñèáî çà èíôó….

  8. .

    ñïàñèáî çà èíôó!!…

  9. .

    ñïñ çà èíôó!!…

  10. .

    thank you!!…

  11. .

    good!!…

  12. .

    ñïàñèáî çà èíôó….

  13. Guy

    .

    ñïñ çà èíôó!…

  14. .

    ñïñ çà èíôó!!…

  15. .

    ñïñ çà èíôó!…

  16. .

    ñïñ çà èíôó!!…

  17. .

    áëàãîäàðþ….

  18. .

    hello!!…

  19. .

    ñïñ….


0