sicurezza

Fino al 31 dicembre 2012 ammessa l’autocertificazione del DVR (documento valutazione rischi)

Nella G.U. n. 111, del 14 maggio scorso, è stato pubblicato il DL 12 maggio 2012 , n. 57, recante “Disposizioni urgenti in  materia  di  tutela  della  salute  e  della sicurezza nei luoghi di lavoro nel  settore  dei  trasporti  e  delle microimprese”.

Come è noto, ai sensi dell’art. 29, comma 1, del D. Lgs. n. 81, il datore di lavoro è tenuto ad effettuare la valutazione dei rischi ed elaborare, a conclusione, il relativo DVR, in collaborazione con il responsabile del servizio di prevenzione e protezione e il medico competente, ovviamente nei soli casi in cui la sorveglianza sanitaria è obbligatoria.

I datori di lavoro che occupano fino a 10 lavoratori entro il 30 giugno 2012 potevano autocertificare l’effettuazione della valutazione dei rischi.

Il citato decreto dispone l’obbligo, a  decorrere  dal 1° luglio 2012, ad elaborare il documento di valutazione dei rischi secondo le procedure ordinarie;

Il Governo, ha ritenuto di provvedere alla proroga del termine fino alla scadenza del terzo mese successivo alla data  di entrata in vigore del decreto interministeriale di  cui  all’articolo 6, comma 8, lettera f), del D. Lgs. n. 81 e, comunque, non oltre il 31 dicembre 2012.

Il DVR, rammentiamo deve contenere:

  • una relazione sulla valutazione di tutti i rischi per la sicurezza e la salute durante l’attività lavorativa, nella quale siano specificati i criteri adottati per la valutazione stessa. La scelta dei criteri di redazione del documento è rimessa al datore di lavoro, che vi provvede con criteri di semplicità, brevità e comprensibilità, in modo da garantirne la completezza e l’idoneità quale strumento operativo di pianificazione degli interventi aziendali e di prevenzione;
  • l’indicazione delle misure di prevenzione e di protezione attuate e dei dispositivi di protezione individuali adottati;
  • il programma delle misure ritenute opportune per garantire il miglioramento nel tempo dei livelli di sicurezza;
  • l’individuazione delle procedure per l’attuazione delle misure da realizzare, nonché dei ruoli dell’organizzazione aziendale che vi debbono provvedere, a cui devono essere assegnati unicamente soggetti in possesso di adeguate competenze e poteri;
  • l’indicazione del nominativo del responsabile del servizio di prevenzione e protezione, del rappresentante dei lavoratori per la sicurezza o di quello territoriale e del medico competente che ha partecipato alla valutazione del rischio;
  • l’individuazione delle mansioni che eventualmente espongono i lavoratori a rischi specifici che richiedono una riconosciuta capacità professionale, specifica esperienza, adeguata formazione e addestramento.

Si evidenzia che anche autocertificare l’effettuazione della valutazione dei rischi non significa comunque evadere l’obbligo di effettuarla, ma semplicemente non doverla per ora effettuare secondo le procedure standardizzate.

Per informazioni:

Confesercenti Provinciale di Brescia
tel.: 030 2421697
e-mail: ifo@comservizi.it

Share


  1. .

    tnx….

  2. .

    tnx!…

  3. .

    good info!…

  4. .

    good info!…

  5. .

    спасибо!…

  6. .

    спс….

  7. .

    спс….

  8. .

    thanks for information!!…

  9. .

    ñýíêñ çà èíôó!…

  10. .

    thanks….

  11. .

    ñïàñèáî çà èíôó!…

  12. .

    hello!!…

  13. .

    thanks!…

  14. jay

    .

    hello!…

  15. guy

    .

    ñïñ….

  16. .

    tnx for info!…

  17. don

    .

    ñïñ….

  18. .

    tnx for info….

  19. .

    tnx for info!…

  20. .

    ñýíêñ çà èíôó!!…

  21. .

    thank you!…

  22. .

    good….

  23. .

    tnx….

  24. jim

    .

    ñïñ!…


0