imagesCAO582YJDal 29 dicembre 2010, in vigore nuovo regime autorizzatorio per operazioni intracomunitarie

 

 

Il 29 dicembre 2010 con un provvedimento dell’Agenzia delle Entrate è stato introdotto un nuovo regime autorizzatorio per l’effettuazione delle operazioni intracomunitarie.
Coloro che vogliono operare in ambito UE, dovranno iscriversi ad un apposito archivio informatico, inoltrando un’apposita istanza all’agenzia delle entrate che avrà 30 giorni di tempo per accettare o negare l’iscrizione.

Il nuovo regime opera in modo differenziato a seconda della data di presentazione della dichiarazione di inizio attività:

I soggetti che hanno presentato la dichiarazione di inizio attività anteriormente al 31 maggio 2010, indipendentemente dall’anno di inizio attività, saranno esclusi dall’archivio dei soggetti autorizzati entro la data del 28 febbraio 2011, qualora:

  • non abbiano presentato gli elenchi riepilogativi INTRASTAT delle cessioni di beni, delle prestazioni di servizi e degli acquisti intracomunitari di beni e di servizi negli anni 2009 e 2010, ovvero;
  • pur avendo presentato i modelli INTRASTAT 2009/2010, non abbiano adempiuto agli obblighi dichiarativi iva per il 2009.

Da ciò ne consegue che i soggetti che abbiano spedito gli elenchi intrastat e che siano in regola con gli adempimenti dichiarativi iva verranno iscritti nell’archivio dei soggetti autorizzati.

Coloro che non hanno mai compiuto operazioni UE saranno esclusi. Per cui, nel caso in cui intendano effettuare operazioni intra-UE, dovranno inoltrare un’apposita istanza all’Agenzia delle Entrate ed attendere il trentunesimo giorno successivo alla presentazione dell’Istanza prima di intraprendere l’operazioni intracomunitaria.

I soggetti che hanno presentato la dichiarazione di inizio attività successivamente al 31 maggio 2010 saranno esclusi dall’archivio dei soggetti autorizzati entro la data del 28 febbraio 2011, qualora:

  • non abbiano manifestato, barrando le apposite caselle previste nei modelli AA7 o AA9 la volontà di effettuare operazioni intracomunitarie, ovvero
  • non abbiano comunque posto in essere nel secondo semestre 2010, operazioni intracomunitarie e adempiuto agli obblighi INTRASTAT.

Nel caso in cui il soggetto, che si trovasse nelle condizioni sopra esposte, volesse intraprendere operazioni intraue dovrebbe inoltrare un’apposita istanza all’Agenzia delle Entrate ed attendere il trentunesimo giorno successivo alla presentazione dell’Istanza prima di intraprendere l’operazioni intracomunitaria.

Se venisse intrapresa un’operazione intracomunitaria prima che siano trascorsi i trenta giorni dalla richiesta inoltrata all’agenzia delle Entrate, l’operazione manterrebbe la sua validità economica ma tale circostanza potrebbe determinare l’irrogazione delle sanzioni relative all’omissione di comunicazione (da 258,00 a 2.065,00).

Si invitano i gentili associati a comunicare tempestivamente e con congruo anticipo la volontà di effettuare operazioni intracomunitarie in modo che i nostri uffici possano verificare l’iscrizione del soggetto nell’archivio informatico e, in caso di assenza, provvedere a iscrivervi il soggetto interessato.

 

Per ulteriori informazioni

Confesercenti provinciale di Brescia
tel. 030 2421697
e-mail: info@comservizi.it

Share


  1. .

    hello!!…

  2. .

    ñïàñèáî çà èíôó….

  3. .

    thank you….

  4. .

    áëàãîäàðåí!!…

  5. .

    ñïñ….

  6. .

    ñïñ….

  7. .

    thank you!!…

  8. .

    tnx!!…

  9. .

    good info!!…

  10. .

    ñïñ!…

  11. ian

    .

    áëàãîäàðåí!…


0