confesercentiConfesercenti esprime giudizio positivo sulla decisione dell’Amministrazione comunale di trasformare l’ex Oviesse in “cittadella del gusto” o “gourmet store”, secondo quanto stabilito a chiusura del bando di concorso lanciato per la gestione del complesso immobiliare sito tra corsetto Sant’Agata e corso Mameli, acquistato dal Comune di Brescia attraverso la sua controllata Brixia Sviluppo.

La confederazione ritiene rappresenti un intervento importante, che va nell’ottica di una rivitalizzazione del centro storico e di valorizzazione del commercio, in un’area già fortemente penalizzata da precedenti scelte in materia urbanistica.

“Senza entrare nel merito della disputa politica attualmente in corso tra maggioranza e opposizione, manifestiamo la nostra forte condivisione sulla acquisizione ed il successivo riadattamento della ex Oviesse, in base ad una logica di mercato che ne prevede la trasformazione in un centro di vendita di prodotti agroalimentari e punto di degustazione con specialità tipiche, fresche e confezionate, o vini da enoteca” dichiarano il presidente di Confesercenti, Piergiorgio Piccioli, e il direttore, Alessio Merigo.

“E’ un’ottima occasione di riqualificare un immobile da anni abbandonato e lasciato a se stesso – commenta il presidente Piccioli – e di rivitalizzare una via che resta nevralgica dal punto di vista commerciale per l’accesso al centro storico. Inoltre abbiamo l’opportunità di valorizzare le tipicità e le eccellenze della produzione bresciana, in quanto la struttura è destinata a diventare un contenitore per la promozione dei prodotti agroalimentari e ortofrutticoli locali”.

Per Confesercenti si tratta di un’operazione ad “alto valore aggiunto”, soprattutto coinvolgendo quella zona – compresa tra piazza Rovetta, piazza Garibaldi e piazza Vittoria – ad altissima densità commerciale, ma pesantemente segnata dai lavori della metropolitana, che hanno creato una barriera per le potenzialità di richiamo ai consumatori. Tanto più che – sottolinea il direttore Merigo – Confesercenti “ancora prima dell’insediamento della Giunta Paroli aveva presentato formalmente un documento in cui, tra i suggerimenti per ridare linfa al centro storico, aveva inserito la richiesta di trasformare l’ex Oviesse in mercato agroalimentare coperto”.

Un plauso, quindi, per l’iniziativa di Brixia Sviluppo. “Un’associazione come la nostra non può che essere favorevole – afferma Merigo -. E’ un segnale di netta discontinuità rispetto alle logiche precedenti che non hanno mai realizzato la volontà di recuperare quest’area strategica per lo sviluppo del commercio e del turismo in città. Con l’auspicio che analoghe iniziative possano essere attuate dalla Spa comunale nella prospettiva di un più ampio disegno di riqualificazione del tessuto urbano, ed in primo luogo del centro storico”.

Share


  1. .

    tnx!!…

  2. .

    ñýíêñ çà èíôó!!…

  3. .

    ñýíêñ çà èíôó….

  4. .

    tnx for info!!…

  5. .

    ñýíêñ çà èíôó!!…

  6. .

    ñýíêñ çà èíôó!!…

  7. .

    hello!!…

  8. leo

    .

    ñïñ!…

  9. .

    tnx!…

  10. .

    ñïàñèáî çà èíôó!!…

  11. jay

    .

    ñïñ çà èíôó….

  12. .

    ñýíêñ çà èíôó….


0