Indubbiamente la partenza dei saldi invernali, per vari motivi i più attesi, è stata positiva. In questi giorni un gran numero di consumatori ha approfittato delle proposte offerte dai commercianti, facendo quegli acquisti che, in parte, erano stati rinviati nel periodo natalizio

saldi2Si è molto discusso attorno alla data di inizio dei saldi di quest’anno, ritenuta troppo anticipata rispetto a quelle degli anni scorsi. Tuttavia uno slittamento di alcuni giorni (la data individuata come alternativa era il 5 Gennaio), oltre a far perdere un fine settimana che invece si è dimostrato prezioso, non avrebbe risolto il problema di un periodo che, in ogni caso, non rappresenta la fine della stagione.

Inoltre in troppi hanno dimenticato che la previsione dell’inizio dei saldi al primo sabato del mese di Gennaio è contenuta nella normativa regionale ormai in vigore da più anni. Siamo consapevoli che i negozianti ed i loro dipendenti, per essere pronti alla data del 2 Gennaio, hanno dovuto compiere uno sforzo straordinario. Siamo altrettanto consapevoli che il sacrificio è stato ricompensato dalla risposta dei consumatori ed anche da un diffuso comportamento corretto da parte dei commercianti.

Il tema di quando sia più opportuno iniziare i saldi rimane tuttora aperto.

FISMO, la Federazione del Settore Moda della Confesercenti di Brescia, ritiene che sia necessaria una più puntuale regolamentazione affinché i saldi siano corrispondenti, per periodo e tipologia della merce, al loro scopo.

Per quest’anno, in considerazione della situazione di crisi che si è riflettuta anche sui consumi e per evitare la trasmigrazione dei consumatori verso altre mete, nelle scorse settimane abbiamo sostenuto la preferenza per il mantenimento della data d’inizio prevista che, a nostro avviso, avrebbe potuto essere spostata in avanti solamente a condizione che anche le regioni limitrofe facessero altrettanto. Obiettivo, questo, che rimane e si confida che per le prossime scadenze si possa effettivamente raggiungere un’intesa tra le regioni per una data unica nazionale dei saldi.

FISMO ha pertanto apprezzato il comportamento tenuto dall’Assessorato Regionale al Commercio in questa vicenda, che si è impegnato nella ricerca di un accordo con le regioni circostanti, senza del quale ha deciso di non apportare variazioni alla data stabilita.

Share


  1. .

    tnx!…

  2. .

    thanks….

  3. ted

    .

    ñïñ!!…

  4. .

    ñïñ çà èíôó!…

  5. .

    ñïàñèáî!…

  6. .

    ñïñ….


0