Cosa cambia per imprese e professionisti
Martedì 23 Gennaio 2018, ore 20.30
c/o auditorium Confesercenti, via E. Salgari 2/6 (Brescia)

 

Il 25 Maggio del 2018 entrerà in vigore il nuovo Regolamento Europeo sulla protezione dei dati personali.

Per illustrare le novità per le imprese e il nuovo quadro degli adempimenti e delle semplificazioni, Confesercenti della Lombardia Orientale ha organizzato un incontro dal titolo:

“IL NUOVO REGOLAMENTO EUROPEO SULLA PRIVACY:

COSA CAMBIA PER IMPRESE E PROFESSIONISTI”

che si terrà: Martedì 23 Gennaio 2018,
ore 20.30,
presso Auditorium Confesercenti, via E. Salgari 2/6 Brescia.

Nel corso dell’incontro, l’Ing. GIUSEPPE D’ACQUISTO, funzionario direttivo dell’Autorità Garante per la protezione dei dati personali, farà il punto sulle più importanti novità in materia di privacy e sulle nuove norme europee.

Presiede:

  • ALESSIO MERIGO – Direttore Generale Confesercenti della Lombardia Orientale.

Interventi:

  • Avv. MATTEO PICCINALI – Studio Legale Zaglio – Orizio e Associati: “Metodologie operative per la conformità aziendale in materia di privacy
  • Avv. MARCO PEDRINI – Studio Legale Zaglio – Orizio e Associati: “Responsabilità e aspetti sanzionatori”.

La partecipazione è gratuita, previa registrazione al link https://privacy-imprese.eventbrite.it.

Share

Assohotel Confesercenti: bene il principio, ora attuazione efficace per contrastare l’abusivismo

Il Consiglio regionale della Lombardia approva per Legge una modifica al Testo unico del Turismo e dell’Attrattività, in base alla quale, entro il prossimo Settembre, chiunque proponga l’affitto di Case o Appartamenti per Vacanze dovrà riportare un apposito “codice identificativo di riferimento” (CIR) che contraddistinguerà ciascuna struttura legittimamente avviata. L’obbligo si estenderà, oltre che ai gestori delle attività ricettive, anche a chi ne effettua intermediazione immobiliare, nonché ai portali telematici che propongono gli annunci. Ai trasgressori sarà comminata una sanzione dai 500 ai 2.500 €, con raddoppio in caso di recidiva e cessazione dell’attività nei casi più gravi.

Marco Polettini, Presidente di Assohotel Confesercenti Lombardia Orientale, commenta positivamente la nuova Legge: «Un provvedimento che abbiamo domandato con insistenza fin dal 2015 e che – se correttamente attuato – consentirà un contrasto più efficace dell’abusivismo ricettivo, cresciuto esponenzialmente attraverso internet. Grazie al CIR, ciascun ospite dovrebbe infatti essere in grado di appurare se gli affitti turistici proposti provengano da strutture regolarmente avviate, d’altra parte consentendo alle autorità preposte di vigilare più facilmente sulle offerte abusive». «Si tratta di una misura doppiamente importante: da un lato per garantire i consumatori, dall’altro per contrastare la concorrenza sleale. In entrambi i casi, si tratta di tutelare l’attrattività turistica della Lombardia».

«Bene l’introduzione in Legge del principio connesso alla necessità di avere un Codice identificativo per quelle strutture ricettive attualmente prive di contrassegni», aggiunge Stefano Boni, Responsabile Turismo di Confesercenti della Lombardia Orientale. «Ora attendiamo di confrontarci sul provvedimento attuativo che dovrà emanare la prossima Giunta regionale e che sarà fondamentale per garantire l’efficacia dello strumento, anche in combinazione con l’elenco regionale delle strutture ricettive suddiviso per tipologia già previsto dalla normativa regionale».

CONFESERCENTI DELLA LOMBARDIA ORIENTALE

Via Salgari 2/6 Brescia
Tel. 0302421697
info@comservizi.it

 

Share

Confesercenti esprime piena soddisfazione per la delibera assunta dal Consiglio Comunale di Brescia

Confesercenti esprime piena soddisfazione per la delibera assunta dal Consiglio Comunale di Brescia nella giornata di ieri, Mercoledì 20 Dicembre, in merito ad un ulteriore abbattimento del 10% della tariffa rifiuti per l’anno 2018.

La delibera attua quanto stabilito nell’accordo sottoscritto nel 2016 tra il Sindaco di Brescia, On. Emilio Del Bono e il Direttore di Confesercenti Alessio Merigo, a seguito delle numerose richieste di riduzione degli importi tariffari presentate da imprenditori del commercio e del turismo.

Bar, ristoranti, gastronomie, fioristi pescherie, negozi di ortofrutta beneficeranno pertanto di una riduzione biennale complessiva del 20% rispetto agli importi TARI deliberati nell’anno 2016 (-10% nel 2017 e -10% nel 2018).

Ci auguriamo che anche le altre Amministrazioni del territorio bresciano, che in questi anni hanno adottato provvedimenti in cui si prevedono aumenti insensati a carico della categorie del commercio e del turismo, attuino politiche attive  volte a ricondurre la TARI entro un ambito di sostenibilità.

Share